1983: il piccolo essere di Varzi

alieno-varzi-piacenza-1983La località di Varzi dista pochissimi chilometri da Bobbio, dove il 19 agosto 1971 era stato avvistato un umanoide volante. Qui a Varzi, la mattina del 5 giugno 1983 il signor M., di 56 anni, venne svegliato dall’abbaiare furioso dei cani. Affacciandosi al balcone, notò che al di là della strada, oltre il suo campo, c’era un oggetto con una cupola d’argento che stava evoluendo su se stesso; durante tale movimento, mostrò tre parti del disco diversamente colorate: un faro arancione, un settore triangolare bianco e un settore marrone.
Erano circa le 7:00 ed egli decise di andare a controllare. Uscendo di casa incrociò il suo amico B., un agricoltore di 63 anni che aveva già notato il fenomeno. Circa alla stessa ora anche il signor M.F., un loro vicino di 63 anni, stava camminando lungo la strada per andare a dare da mangiare ai conigli; mentre procedeva, vide anch’egli lo strano oggetto ovoidale, largo circa due metri e con una piccola porticina, distante un centinaio di metri, fermo nel campo.
Improvvisamente, da dietro l’oggetto sbucò un essere simile ad una persona, che aprì la porticina ed entrò nell’UFO con un saltello. Era un essere strano, a metà tra una persona adulta ed un nano, che si muoveva però goffamente e indossava una tutta grigio-verde dotata di cappuccio. Il signor M.F. si fece coraggio e decise di guardare meglio avvicinandosi un po’ di più. Ma era troppo tardi perché l’oggetto si alzò in volo e partì velocemente. La scena venne vista da tutti e tre i testimoni, da tre angolazioni diverse. Sul terreno rimanse solo l’impronta di un piede: sembrò quello di un adolescente.

Precedente 1971: l'umanoide volante di Bobbio Successivo 1988: l'uomo-pesce di Ro Ferrarese